Coronavirus, l’autocertificazione cambia ancora: nel nuovo modello va dichiarato di conoscere le disposizioni della propria Regione

Cambia ancora: d’ora in poi sul modulo dell’autocertificazione degli spostamenti si dovrà dichiarare anche di essere a conoscenza delle eventuali disposizioni della Regione di appartenenza.

Non solo, dunque, si dichiarerà di non essere in quarantena e di non essere positivo al Covid-19, così come i precisi motivi per cui si esce di casa e di essere a conoscenza delle misure restrittive e delle sanzioni per chi le viola, ma anche di conoscere le ulteriori limitazioni disposte con singoli provvedimenti dal Presidente della Regione dove si vive.

Ad annunciarlo è il capo della Polizia, Franco Gabrielli, che a Sky TG24 ha sottolineato “sono state fatte ironie. Non lo facciamo perché non sappiamo cosa fare o non fare, ma lo facciamo perché chiaramente cambiano le disposizioni e dobbiamo aggiornarle, anche per intercettare i quesiti che arrivano dai cittadini”.

Anche il nuovo modello prevede che l’operatore di polizia controfirmi l’autodichiarazione, attestando che essa viene resa in sua presenza e previa identificazione del dichiarante. In questo modo, il cittadino viene esonerato dall’onere di allegare all’autodichiarazione una fotocopia del proprio documento di identità.

QUI potete scaricare il nuovo modulo per l’autocertificazione.

Fonte: Ministero dell’Interno / SkyTg24

Leggi anche:


Fonte: https://www.greenme.it/vivere/salute-e-benessere/coronavirus-autocertificazione-nuova-disposizioni-regione/

Autore dell'articolo: greenme.it