Non consumate questi purè di frutta omogeneizzati per bambini. Marca e lotti con Tracce di Aflatossine

Nuova allerta alimentare che riguarda i nostri bambini. La catena tedesca Dm drogherie markt richiama i suoi purè di frutta omogeneizzati per presenza di tracce di aflatossine. Questi prodotti sono venduti anche in Italia, vediamo assieme quali sono interessati al ritiro.

Parliamo degli omogeneizzati alla frutta a marchio Baby Love e purtroppo non è la prima volta che succede. Adesso però si tratta di un maxi ritiro che interessa ben cinque tipi di omogeinizzati per presenza di aflatossine che come sappiamo sono altamente tossiche e sono tra le sostanze più cancerogene esistenti.

GLI OMOGENEIZZATI RITIRATI

TUTTI I LOTTI di Babylove Purea di frutta a base di mela, fragola e banana con cereali integrali, prodotto da Trento Frutta con scadenza 16/10/2020, confezione da 90 grammi.

ritiro omogeinizzato1

LOTTO LA288 Babylove Winterwunder purea di mela e mango con succo di melagrana prodotto da Trento Frutta con scadenza 15/10/2020, confezione da 190 grammi

ritiro omogeinizzato2

LOTTO LA 289 Babylove Preparazione di frutta con mela, fragola, lampone e mirtilli prodotto da Trento Frutta con scadenza 16/10/2020 confezione da 190 grammi

ritiro omogeinizzato3

TUTTI I LOTTI Babylove Purea di frutta a base di mela, fragola e banana con cereali integrali prodotto da Trento Frutta con scadenza 17/10/2020 confezione da 90 grammi

ritiro omogeinizzato4

LOTTO LA 289 Babylove Preparazione di frutta a base di pesca , mela e maracuja prodotto da Trento Frutta con scadenza 16/10/2020 confezione da 190 grammi

ritiro omogeinizzato5

Se avete acquistato uno di questi prodotti, controllate i lotti e riportateli in negozio per il rimborso.

Dominella Trunfio

mediterranea pelle

Mediterranea

Dimmi quanti anni hai e ti dirò di cosa ha bisogno la tua pelle

whatsapp

WhatsApp

greenMe è su WhatsApp! News sul tuo cellulare ogni giorno


Fonte: https://www.greenme.it/mangiare/allerte-alimentari/31237-ritiro-omogeneizzati-aflatossine

Autore dell'articolo: greenme.it