Più libri più liberi, torna la fiera di Roma tutta dedicata ai piccoli editori indipendenti

Tutto pronto per l’edizione 2019 di Più libri più liberi, la Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria che da oggi fino all’8 dicembre torna nell’avveniristica Nuvola dell’Eur, a Roma. La chiusura sarà tutta dedicata al ricordo di Andrea Camilleri, mentre sono previsti sconti per gli studenti sull’acquisto di libri.

Grande vetrina degli editori indipendenti in Italia e in Europa e promossa e organizzata dall’Associazione Italiana Editori (AIE), questa fiera – che giunge al suo diciottesimo anno di età nella meravigliosa cornice della Nuvola di Fuksas, che ha visto la luce tre anni fa dopo tempi biblici di realizzazione – ha come protagonisti i piccoli editori, che troppo spesso combattono con la scarsa presenza in libreria e la poca visibilità.

Nonostante ciò, stando ai dati, cresce timidamente il numero proprio dei piccoli e medi editori (+0,9%), aumentano le novità pubblicate (+11,5%) e cresce ulteriormente il peso dei titoli dei piccoli editori sul totale dei libri in commercio (più di 1 titolo su 2 è da ricondurre alla piccola e media editoria: 52,9%). Cresce anche la loro quota di mercato nelle librerie, online e grande distribuzione (è al 41,4%).

Quest’anno oltre 520 espositori, provenienti da tutta Italia presenteranno al pubblico le novità e il proprio catalogo. Cinque giorni e più di 670 appuntamenti in cui ascoltare autori, assistere a letture, dibattiti, performance musicali e incontrare gli operatori professionali.

Il tema 2019

Moltissimi autori e personaggi si confronteranno sul tema centrale di quest’anno, “I confini dell’Europa”. Ospiti d’eccezione, la 17enne attivista russa Olga Misik, che sfida il regime di Putin, e la sindaca di Danzica Aleksandra Dulkiewicz.

Yasmina Khadra, Jacques Rupnik, Romano Prodi, Erri De Luca, Salvatore Scibona, Valeria Luiselli, Eduard Limonov, Dimitri Deliolanes, Donatella di Pietrantonio, Zerocalcare, Maurizio De Giovanni, Concita De Gregorio, Gipi, Dacia Maraini, Altan, Paolo Giordano, Sandra Petrignani, Brian Selznick, Michela Murgia, Gianrico Carofiglio, Pif, Nadia Terranova, Melania Mazzucco, Moni Ovadia: sono solo alcuni tra i moltissimi autori e personaggi che si confronteranno sul tema I confini dell’Europa.

Si parlerà anche di politica e dei grandi mutamenti del mondo contemporaneo con i direttori e i giornalisti delle più importanti testate italiane.

Più libri più liberi

Più libri più liberi junior, l’angolo dedicato ai ragazzi

Sono tantissime le iniziative fuori e dentro la fiera dedicate ai giovani lettori con un unico filo conduttore, quello della protezione dell’ambiente.

Da sempre Più libri più liberi si impegna a per favorire la diffusione della letteratura tra i più giovani, e anche quest’anno promuove diverse iniziative dedicate ai ragazzi, per avvicinarli alla lettura e al mondo dell’editoria e coinvolgerli in stimolanti attività.

In particolare, tornano Più libri junior – il concorso letterario per i ragazzi della scuola primaria e secondaria – e Più libri più grandi, il ciclo di eventi nelle scuole con scrittori, illustratori ed editori.

Più libri junior è un progetto che punta a stimolare e valorizzare il potenziale di immaginazione e creatività dei ragazzi. Gli studenti potranno partecipare al concorso da soli o con tutta la classe con un testo di massimo 5400 battute, spazi inclusi, sui temi dell’inquinamento e del cambiamento climatico. A guidare i giovani concorrenti ci sarà il poster ufficiale dell’iniziativa, intitolato “Dai una voce alla terra”. La premiazione dei vincitori e la presentazione del volume si terranno nel corso di Più libri più liberi (domenica 8 dicembre, alle 10.15, in sala Luna).

Più libri più grandi ha invece lo scopo di avvicinare i ragazzi all’editoria indipendente attraverso l’incontro con scrittori, illustratori ed editori. È l’obiettivo di Più libri più grandi, l’iniziativa che la fiera della piccola e media editoria dedica agli istituti scolastici di Roma. Un ciclo di eventi speciali, tra laboratori creativi, spazi di riflessione, presentazioni di nuovi libri e confronti a tu per tu con gli autori.

Si conferma, infine, il buono libro per gli studenti. Si tratta di un buono destinato agli studenti delle scuole primarie e secondarie: ogni alunno che visiterà la fiera con la classe avrà a disposizione 10 euro da spendere per acquistare un libro.

Dopo cinque mesi dalla sua morte, nel giorno di chiusura la fiera renderà un grande omaggio ad Andrea Camilleri, che era tradizione chiudesse la fiera, con la presentazione per la prima volta di Autodifesa di Caino (Sellerio edizioni) il monologo, mai andato inscena, che lo scrittore avrebbe dovuto portare in scena a Caracalla il 15 luglio.

Leggi anche:


Fonte: https://www.greenme.it/informarsi/eventi-e-iniziative/piu-libri-piu-liberi-torna-la-fiera-di-roma-tutta-dedicata-ai-piccoli-editori-indipendenti/

Autore dell'articolo: greenme.it