RAITRE: l’Osservatorio VEGANOK fa il punto sui consumi vegan

Ieri 16 Aprile 2019, Laura Serpilli, direttrice di Osservatorio VEGANOK ha partecipato alla trasmissione Mi Manda Rai Tre in un dibattito su trend di consumo menù di Pasqua e scelta vegan. Un successo!

Partecipazione in tv a Mi Manda Rai Tre per la direttrice di Osservatorio VEGANOK, Laura Serpilli. Un dibattito sui temi più interessanti rispetto alla scelta vegan e ai trend di consumo in crescita per ciò che concerne il settore vegetale. In studio anche Giorgio Apostoli responsabile allevamenti di Coldiretti e Gigi Padovani giornalista enogastronomico.

Un dibattito reso proficuo anche dalla conduzione di Salvo Sottile che ha permesso un confronto pacato sulle tematiche più importanti; cosa molto rara da vedere in tv dove il più delle volte, il format prevede l’alternarsi di battute con il solo scopo di fomentare un atteggiamento fazioso e poco costruttivo.

Il confronto:

  • I vegani devono rinunciare alla tradizione?
  • Quali sono i reali numeri di coloro che si definiscono vegani in Italia?
  • Quali sono le conseguenze dell’allevamento e perché non esiste sul profilo etico nessuna differenza tra allevamento intensivo ed estensivo?
  • Quali opportunità di conversione per le aziende

GUARDA LA PUNTATA

Alcune precisazioni:

  • Nella puntata Laura Serpilli nomina l’indagine Ispra sugli allevamenti che dimostra, attraverso uno studio del particolato primario e secondario, come essi siano la principale causa di inquinamento. Gli ospiti Pascoli e Padovani sostengono che l’indagine sia stata fatta su allevamenti americani: FALSO. L’Ispra, L’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale è un ente pubblico di ricerca italiano che ha esaminato i dati su territorio nazionale. L’inchiesta e la pubblicazione dei dati, è stata affidata al Corriere.it in una trattazione a cura di Milena Gabanelli in Dataroom. A questo link, i dati.
  • A proposito di conversione del sistema alimentare e delle opportunità di mercato. Nella puntata è stata nominata un’azienda alimentare che ha convertito la sua produzione lattiero casearia in linee 100% vegetali. L’azienda si chiama Elmhurst e ne abbiamo parlato in questo articolo: Giornata mondiale del latte vegetale: quali sono i numeri di questo settore? 
  • I dati proposti in grafica durante la trasmissione per ciò che concerne il numero di vegani in italia, sono di Eurispes. Sono dati che, pur indicando un aumento, non ci mostrano la reale portata del fenomeno. Si tratta di dati sottostimati. Ne abbiamo parlato qui: Vegani in aumento e vegetariani in diminuzione: i dati Eurispes 2019.

Ci dice Laura Serpilli:

Sono molto felice di aver partecipato a questa trasmissione. Credo che in tv ci sia davvero bisogno di confronti costruttivi volti ad uscire dalla dinamica della dicotomia vegani-onnivori e ad offrire davvero delle informazioni sulle quali il pubblico possa formulare riflessioni consapevoli. La svolta plant-based del sistema alimentare è necessaria per motivi etici e di impatto ambientale: lasciamo che le persone capiscano il perché. Non ci servono professionisti che pur di difendere la loro posizione, piegano la scienza e le evidenze dei maggiori studi scientifici alle esigenze di mercato. Dobbiamo mettere in atto il cambiamento. All’industria della carne e dei prodotti lattiero caseari la scelta: osteggiare il cambiamento oppure guidarlo convertendo la produzione verso scelte più sostenibili in termini di salute e in termini di etica.


Fonte: https://www.osservatorioveganok.com/raitre-losservatorio-veganok-fa-il-punto-sui-consumi-vegan/

Autore dell'articolo: osservatorioveganok.com